loading

di Gianluca Domenici

25 settembre 2018

Paspartù,
come due gemelle ventiseienni

Corre l'anno 1992. Sono gli anni dell'opulenza ostentata e dell'apparenza. Così, a colpi di note, Luca Carboni ci convince che "Ci vuole un fisico bestiale", mentre gli 883 si preoccupano di informarci che l'Uomo Ragno è stato ucciso anche se non si conosce il colpevole. Oltre ai due nauseabondi tormentoni si ascoltano più volentieri  in radio "One" degli U2, "I will always love you" di Whitney Houston ed "Everything i do" di Bryan Adams.

Al cinema ci tiene sulla corda "Il Silenzio degli Innocenti", ci si strugge per "Il principe delle Maree", si sogna la fuga con "Thelma & Louise", ci si annoia con "Lanterne Rosse" e si gode finalmente di un buon film italiano con "Mediterraneo", premio Oscar come miglior opera straniera.

A Maastricht l'Europa prende forma con la firma, da parte dei 12 stati della CEE, del Trattato sull'Unione Europea. In Italia invece si trova il modo di arrestare il socialista Mario Chiesa, reo di aver ricevuto una tangente da 7 milioni: è il primo atto dell'inchiesta Mani Pulite e l'inizio di Tangentopoli. Purtroppo il 1992 è anche l'anno della strage di Capaci e di Via D'Amelio e quello dell'assedio a Sarajevo delle forze armate serbo-bosniache.

E mentre a Parigi si festeggia l'apertura di Eurodisney, il democratico Bill Clinton viene eletto presidente degli Stati Uniti. Da noi, è Oscar Luigi Scalfaro a diventare presidente. 

Nel 1992 nascono anche le gemelline ritratte in foto. Oggi sono due belle ventiseienni, in perfetta forma, pronte ad affrontare petto in fuori, con allegria ed entusiasmo, il futuro che verrà. Un po’ come noi di Paspartu. Che abbiamo scelto come testimonial, non a caso, proprio loro. Il motivo? Per esaltare le 2 ANIME che contraddistinguono da sempre il nostro giornale: l’INFORMAZIONE e la COMUNICAZIONE attraverso la pubblicità. Buon Compleanno Paspartu: hai 26 anni davvero ben portati.

Blog